Svizzera

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Fri 24 July 2020; 21:23

L'ultracentenaria ferrovia Le Locle - Les Brenets, vittima della LDis, sarà chiusa entro il 2025 e sostituita da torpedoni elettrici circolanti in parte sullo stesso tracciato (malgrado ciò l'operazione sarà finanziata dal fondo per l'infrastruttura ferroviaria):

NOUVELLES PERSPECTIVES POUR LA LIGNE LE LOCLE – LES BRENETS

24.07.2020
​L'Office fédéral des transports, le Canton de Neuchâtel et les communes privilégient une nouvelle liaison par bus électrique entre la gare du Locle et le village des Brenets. L'infrastructure ferroviaire actuelle sera en partie adaptée pour créer une voie bus en site propre. Une mise en service en 2025 est visée.

Actuellement, la ligne ferroviaire à voie métrique construite en 1890 et longue de quatre kilomètres relie le haut du village des Brenets à la ville du Locle. L'état de l'infrastructure et du matériel roulant nécessite maintenant d'importants investissements. La mise en conformité avec la loi sur les handicapés est également nécessaire.

Au vu des enjeux, le Canton en collaboration avec l'Office fédéral des transports (OFT) et transN, a lancé fin 2019 l'étude de plusieurs scénarii allant du prolongement de la voie normale CFF à la substitution par bus électrique permettant de desservir directement le centre et le bas du village des Brenets avec une possibilité d'extension, à terme, vers Villers-le-Lac.

Une nouvelle desserte via un bus électrique – à la cadence demi-heure - entre la gare du Locle et le village des Brenets a ainsi été choisie pour la suite des travaux. Les conditions hivernales et de trafic pouvant être difficiles, il a été décidé de réutiliser en partie la plateforme ferroviaire. Une voie en site propre pour les bus sera ainsi créée en particulier dans le tunnel de la Combe-Monterban pour rejoindre ensuite la route cantonale au Bas des Frêtes. Le reste du tracé ferroviaire fera l'objet d'une évaluation quant à ses potentiels en matière de renaturation, respectivement pour la mobilité douce.

L'étude préliminaire va être lancée dans le courant de cet automne afin de permettre une mise en service rapide, soit à l'horizon 2025. Ces investissements seront financés par le fonds fédéral pour les infrastructures ferroviaires (FIF).

Afin de maintenir la desserte ferroviaire jusqu'au début des travaux, transN assurera un entretien à minima des installations ferroviaires. Des tronçons de rails seront remplacés cet été et les rochers montrant des signes d'instabilité purgés.

Après plusieurs mois de travaux d'évaluation et de conviction, le Canton, la Confédération et les communes s'accordent ainsi sur un projet de bus électrique innovant et performant qui permettra de renforcer la desserte en transports publics de la nouvelle commune du Locle et du village des Brenets.

https://www.ne.ch/medias/Pages/20200724 ... enets.aspx

(Per fortuna che ci ho fatto un viaggio in extremis e all'insaputa di quanto sopra poco meno di un mese fa, visto che non si sa quando si potrà tornare a viaggiare liberamente...)
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4085
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby luca » Sat 25 July 2020; 18:06

Qual è il motivo della chiusura?
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 9292
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)/Bolzano

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Sat 25 July 2020; 19:44

"L'état de l'infrastructure et du matériel roulant nécessite maintenant d'importants investissements. La mise en conformité avec la loi sur les handicapés est également nécessaire."

Lo stato dell'infrastruttura e del materiale rotabile che necessiterebbe importanti investimenti, così come la messa in conformità con la legge sui disabili.

Il materiale rotabile viaggiatori consta ad oggi, a quanto mi risulta, di due elettromotrici di costruzione Reggiane (esteticamente molto gradevoli, peccato solo per i finestrini a vasistas) e di una vettura pilota (non in uso).

BDe 4/4 3 a Le Locle il 30 giugno scorso:

Image

Cartina: https://s.geo.admin.ch/8ab274448c

Da notare che sul sito del comune (fusionando con Le Locle) di Les Brenets si vagheggia ancora di una conversione allo scartamento normale (progetto del 2014): https://www.lesbrenets.ch/index.php?id=35792
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4085
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby luca » Sat 25 July 2020; 21:44

Ma quindi si tratta di una sospensione temporanea o il gioco non vale la candela?
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 9292
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)/Bolzano

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Sat 25 July 2020; 22:08

Smantellamento definitivo, con trasformazione da ferroviaria in stradale della galleria più lunga (cf. cartina al link del Cantone).
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4085
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Mon 05 April 2021; 11:53

Per l’ultima volta sui binari: addio, CU I!

A inizio aprile 2021 viaggiano ancora nelle ore di punta da Basilea a Zurigo, poi le carrozze unificate (CU I), con 60 anni di storia alle spalle, si fermeranno per sempre. Molto probabilmente.

--> https://news.sbb.ch/it/articolo/103928/ ... addio-cu-i
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4085
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Wed 23 June 2021; 13:35

Cooperazione nel traffico ferroviario a lunga distanza: il Consiglio federale non intende abbandonare questo modello

Berna, 23.06.2021 - L'attuale ordinamento di mercato del trasporto pubblico di viaggiatori è efficace e va mantenuto. È questa la conclusione di un rapporto adottato dal Consiglio federale durante la sua seduta del 23 giugno 2021. Il traffico ferroviario a lunga distanza va gestito anche in futuro mediante una concessione unitaria delle FFS, che secondo il Governo garantisce alla Svizzera trasporti efficaci e innovativi in questo settore. Nel traffico viaggiatori internazionale il Consiglio federale continua a puntare sul modello di cooperazione esistente, in quello regionale sulle assegnazioni dirette.

In vista del rinnovo della concessione per il traffico ferroviario a lunga distanza il Parlamento aveva incaricato il Consiglio federale di presentare un rapporto che illustri il futuro ordinamento del mercato nel traffico viaggiatori regolare e professionale. Nel rapporto, ora pubblicato, si è tenuto conto, tra le altre cose, delle esperienze raccolte con l'ultima assegnazione della suddetta concessione. Nel 2019, grazie all'intermediazione della Confederazione tra le FFS e la BLS è stato possibile evitare un'onerosa controversia legale e giungere a un accordo di cooperazione: le FFS hanno ottenuto una concessione unitaria, nell'ambito della quale BLS e SOB gestiscono singole linee.

Il Consiglio federale ha deciso di continuare ad applicare questo modello. In vista del rinnovo della concessione nel 2029, punta nuovamente a un'assegnazione diretta dell'intera rete alle FFS, che saranno tuttavia tenute ad affidare la gestione di alcune linee ad altre imprese di trasporto interessate. Il Governo è convinto che anche in futuro questo modello garantirà in Svizzera trasporti a lunga percorrenza efficaci, innovativi e coordinati con il resto del traffico.

Cooperazioni nel traffico internazionale, assegnazioni dirette in quello regionale

Nel traffico ferroviario transfrontalierio le FFS offrono collegamenti in cooperazione con imprese partner estere. Il Consiglio federale ritiene che anche questo modello abbia dato buoni frutti, consentendo l'unione delle forze e un'efficiente semplificazione e armonizzazione di soluzioni tecniche e organizzative, e si aspetta che le FFS estendano le proprie cooperazioni e consolidino la propria posizione sul mercato internazionale.

Nel traffico ferroviario regionale il Governo vuole che le concessioni continuino a essere assegnate alle imprese di trasporto mediante conferimenti diretti e non mediante bandi di gara, che rimarranno possibili nel settore delle autolinee regionali.

Il Consiglio federale ha redatto il rapporto in adempimento del postulato 14.3259 (Regazzi).

Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti, Informazione, tel. 058 462 36 43, presse@bav.admin.ch

Documenti
Rapporto del Consiglio federale (in tedesco) (PDF, 1 MB)
Rapporto del Consiglio federale (in francese) (PDF, 928 kB)

https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniz ... 84118.html
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4085
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 7 guests