Motocicli (circolazione e sicurezza)

Tutto sui trasporti non milanesi, viabilità, aeroporti, porti, ...

Moderators: Hallenius, teo

Re: Motocicli (circolazione e sicurezza)

Postby Muccablu » Fri 07 August 2020; 12:18

...curiosamente sono anni - addirittura - che volevo scrivere questo messaggio, ma poi mi dimentico sempre:

Ho letto un bel po' di utenti qui, nel corso degli anni, scrivere che eccessiva presenza di motociclisti portava a un traffico disordinato: volevo chiedervi perché.

Io invece avevo sempre considerato che - a parità di persone in giro con il mezzo privato - è meglio avere molti motocicli, in quanto lo spazio occupato sulla strada è minore. Ipotizzo: forse per il fatto che comunque non circolano a file di due in una corsia (se lo si facesse, occuperebbero in 4 lo spazio di un'automobile) ma sono sempre in fila, e/oppure per il fatto che si infilano ovunque anche quando potrebbero viaggiare stando a destra, restringendo così lo spazio utile in carreggiata (e creando appunto disordine)?
"Primo treno per LA BRIANZA al binario uno"
User avatar
Muccablu
 
Posts: 461
Joined: Sun 07 January 2007; 17:12
Location: A nord della 66

Re: Motocicli (circolazione e sicurezza)

Postby serie1928 » Fri 07 August 2020; 22:38

Nella circolazione stradale, a parte i comportamenti dei singoli individui, la fonte dei pericoli sono i movimenti erratici, i movimenti di cui non è possibile descrivere la traiettoria istantanea e quella in un lasso di tempo significativamente lungo.
Il codice della strada serve a limitare le possibilità di tali movimenti erratici stabilendo regole abbastanza precise di cosa fare, come farlo e quando farlo.
Seguendo tali regole, le moto difficilmente rappresentano un sollievo per il traffico: non possono viaggiare affiancate e longitudinalmente devono comunque mantenere la destra e le distanze di sicurezza. L’unico vantaggio dei motocicli, ed in genere delle due ruote, ė di compattarsi in fase statica (sosta o fermata). Ma in fase dinamica essi occupano uno spazio insignificantemente minore di un autoveicolo: la minore lunghezza diventa insignificante quando ci si muove a 10-15m/s ed oltre, mentre in larghezza è vietato dalle regole.
Purtroppo i motociclisti, pensando a torto di “meritare” più libertà, tendono a non rispettare tali regole, generando nel flusso veicolare movimenti del tipo erratico anzidetto, che anche se non pericolosi generano comunque momenti di incertezza (ed alla lunga questa comunque porta a situazioni di pericolo, anche tra motocicli e motocicli).
Diverso sarebbe il discorso se la circolazione stradale fosse fatta solo di motocicli, ma al contrario delle bici, per questi veicoli non sono previste apposite “piste”. È questo che viene descritto come “disordinato”.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 11182
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Motocicli (circolazione e sicurezza)

Postby skeggia65 » Sat 08 August 2020; 14:30

Tradotto: i motociclisti dovrebbero seguire le norme del codice della strada ma non lo fanno, pensando che per i loro veicoli sia lecito zigzagare tra auto, corsie, eccetera.
Più moto e scooter significa più veicoli che si spostano qua e là senza nessuna logica che non sia quella del singolo conducente, ed ecco il caos.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15586
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Re: Motocicli (circolazione e sicurezza)

Postby GLM » Sat 08 August 2020; 17:15

del resto, se non si potesse zigzagare nel traffico e tirare a manetta tra un semaforo e l'altro, oltre a poterlo parcheggiare ad minchiam entro i 3 metri dalla destinazione, i vantaggi delle moto sarebbero pressoché nulli, mentre permarrebbero gli svantaggi dello scarso comfort e sicurezza nel viaggio.
Tant'è che nei Paesi dove tale mezzo viene utilizzato seguendo le regole, questo è ben poco utilizzato, e sostanzialmente limitato agli appassionati (con moto di un certo tipo e valore) e da qualche ragazzo non ancora in età da automobile. Le migliaia di scooteroni utilizzati da impiegati e lavoratori freelance sono una realtà prevalentemente italiana e dei Paesi in via di sviluppo.
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 17165
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano NoLo - M1, 1, 55, 56, 62, NM1

Re: Motocicli (circolazione e sicurezza)

Postby serie1928 » Sat 08 August 2020; 17:51

Purtroppo le strade sono dimensionate per i veicoli più ingombranti con “riserve di caccia” per pedoni e ciclisti.
Fosse possibile costruire strade dimensionate solo per le due ruote motorizzate, cosa per altro non vietata, ma anche non normata, magari certi vantaggi ora “irregolari” potrebbero essere legittimati. Ma manca lo spazio, e neanche lo si vuol trovare.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 11182
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Previous

Return to Trasporti in generale

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests